Vuoi una pubblicità esclusiva con un DRONE? Vuoi fare una festa innovativa con un DRONE? Contattami!

Cos’è un NOTAM?


Drone_droni / martedì, Marzo 12th, 2019

  1. Domande frequenti.

Cos’è un NOTAM? A cosa serve? Quanto costa? Quale durata e dove si può richiedere? Vi siete mai posti queste domande?

L’argomento non è comune a molti ma spesso si potrebbe avere la necessità di richiedere questo documento e produrre ulteriore documentazione utile al rilascio dello stesso.

Un NOTAM, acronimo della dicitura inglese “NOtice To AirMen” è utilizzato dai piloti di aeromobili o elicotteri per la ricezione di eventuali aggiornamenti sulle ultime informazioni disponibili.

Le informazioni sono relative all’aeroporto più vicino alla zona di interesse, efficienza dei radio aiuti, alla navigazione nella terza dimensione e su tutto quanto possa riguardare un volo.

Il NOTAM, quindi, comunica tutte le informazioni, segnalazioni, divieti e procedure in uso che sono temporaneamente difformi da quanto pubblicato o che subiranno un cambiamento permanente.

Come per tutte le comunicazioni tecniche di carattere internazionale, il NOTAM segue un particolare standard per la fraseologia ed è scritto in lingua inglese.

https://drone.altervista.org/quando-e-stato-prodotto-il-mio-drone/

https://drone.altervista.org/consegne-pacchi-in-30-minuti-con-i-droni/

I NOTAM possono essere pubblicati per diverse ragioni, tra cui:

  • rischi dovuti a show aerei in corso o lancio paracadutisti;
  • piste di atterraggio chiuse;
  • ausili alla navigazione guasti;
  • esercitazioni militari con conseguente restrizione dello spazio aereo;
  • luci della pista non funzionanti;
  • ostacoli temporanei nei pressi della pista, come ad esempio delle gru.

Arrivando al sodo, e sostanzialmente al motivo per il quale ho deciso di scrivere un articolo sui NOTAM.

Si tratta di importanza delle autorizzazioni, permessi ed avvisi che servono per volare sereni e in sicurezza.

Riassumendo, prima di effettuare un volo, soprattutto in zone dove non si potrebbe volare e comunque con qualsiasi velivolo (vedasi anche i trecentini), bisogna chiedere un’autorizzazione che spesso può essere soddisfatta con un NOTAM, ovvero l’avviso (alla popolazione locale ed alle autorità).

Lo scopo è informare che qualcuno, in quella zona, in un dato periodo, in una fascia oraria ecc., sta utilizzando quello spazio aereo, al fine ultimo di…..

Inoltre, ci saranno anche gli eventuali motivi esposti, come ad esempio le riprese aeree per un film, per un documentario, delle perizie per un cantiere e così via.

Tra le altre informazioni della zona di operazione, si deve esprimere anche il raggio di azione, nei termini della distanza e dell’altezza (solitamente in piedi).

Considerato che molte volte si potrebbe operare con dei trecentini, ovvero inoffensivi, con tale documentazioni saremo al sicuro.

In futuro queste autorizzazioni potrebbero essere abolite, causa aggiornamenti revisioni normative da parte di ENAC ma soprattutto per l’alta richiesta che si sta registrando negli ultimi tempi.

Il tutto è dovuto alla diffusione dei droni ed agli utilizzi molteplici che stiamo scoprendo.


Quali tempi? Quanto costa?

Rimane da chiedersi ancora: Quali tempi? Quanto costa?

Il notam è un documento da compilare e la documentazione è reperibile sul sito ENAC, oppure al seguente indirizzo download.

Si deve inviare agli enti della gestione del traffico aereo, dal quale noi otterremo un nulla osta per il periodo di interesse e gli estremi esposti.

Il pagamento è di 94 euro!!!

Di positivo, bisogna sottolineare che lo stesso documento vale 90 giorni.

https://www.youtube.com/watch?v=dS6tXBNJM2U

Quindi, potrebbe risultare un importo altino per effettuare un singolo volo, ma risulta un prezzo giusto se dovessimo effettuare dei voli ripetuti.

Oltre i 90 giorni è possibile chiedere una proroga dello stesso documento.

Salvo restrizioni da parte dell’autorità locale, o particolari motivazioni.

Concludendo è corretto dire che il NOTAM tutela la nostra attività!

Quindi va sempre richiesto e si deve produrre la documentazione necessaria, relativa al modello di SAPR e all’assicurazione, nonché agli estremi del pilota (o utilizzatore nel caso dei <300gr).

Da ricordare che i SAPR, APR, UAV per legge devono dare sempre precedenza ai velivoli pilotati.

Si ringrazia per la cortese attenzione e si invita alla massima condivisione.

ISCRIZIONE GRATUITA SU TUTTI I MIEI CANALI!!!

Qui, invece ti invito a visitare gli ultimi sconti AMAZON dedicati ai miei lettori. Possibilità di condividerli anche ai vostri amici.

https://www.youtube.com/watch?v=VGt9fOMLA8U